Laser Q-Switched, per eliminare le macchie della pelle - AEsthe Medica Ferrara

L'approfondimento di oggi riguarda una tecnologia utilizzata dal nostro poliambulatorio ÆstheMedica di Ferrara, per la rimozione di tatuaggi o macchie scure. Grazie a questa tecnologia, denominata Q-Switched, è possibile rimuovere tatuaggi anche di colore più scuro, e macchie del viso e del corpo in maniera più efficiente rispetto al passato, e soprattutto indolore. Una grande conquista per il mondo della medicina estetica.

 

 

Quali sono i vantaggi del laser Q-Switched?

Grazie alla tecnica Q-switching, il principio della fototermolisi selettiva può essere finalmente applicato alle lesioni pigmentate per raggiungere i risultati desiderati. Il Laser Q-switched emette il suo fascio di luce in tempi molto ristretti. Sono proprio la brevità e la specificità del fascio di luce a limitare l’emissione di calore ai tessuti circostanti, impedendo il danno nelle zone ove il laser non serve.

 

Ora che abbiamo capito quali sono i vantaggi nell'utilizzare questa tecnologia, e il modo in cui opera, vediamo quali sono i tipi di applicazione possibili.

 

Tatuaggi

Le tecnologie laser mirate al trattamento dei pigmenti (rimozione tatuaggi) sono basate sul il principio della fototermolisi selettiva, cioè la capacità di colpire selettivamente un determinato bersaglio in base alla loro lunghezza d’onda.

Questi tipi di laser sono perciò in grado di colpire specificamente i pigmenti all’interno della pelle, rispettando i tessuti circostanti.

E’ possibile trattare con efficacia i tatuaggi. 

 

Il trattamento non prevede particolari preparazioni. L’uso del laser determina solo un leggero fastidio sulla pelle e viene eseguito senza alcuna anestesia, è rapido ed ha un periodo post-operatorio libero da problematiche particolari; si possono formare delle piccole crosticine. 

In genere sono necessarie diverse sedute a distanza di almeno un mese una dall’altra; il numero di sedute necessarie varia a seconda del tipo di pigmento, del numero delle volte che il tatuaggio è stato ripassato, della profondità di apposizione del pigmento e del colore usato.

E’ necessario evitare tassativamente l’esposizione solare per almeno 30 giorni dopo ogni seduta.

 

Resurfacing cutaneo non ablativo per le rughe e cicatrici da acne

Questa energia laser penetra in profondità, senza alterare lo strato superiore della pelle, arrivando al derma più profondo, e ne stimola la produzione di collagene naturale e di altre proteine che compongono la pelle. L’applicazione, praticamente indolore, della durata di 15-20 minuti circa per tutto il viso, garantisce una ripresa rapida delle attività lavorative e sociali; significativa è la risposta in termini di ricompattezza ed elasticità della cute trattata.

 

Macchie solari e lesioni pigmentate

Questa tecnologia è utile nei casi di macchie di color caffè-latte, efelidi, lesioni pigmentarie profonde.

Solitamente sono necessarie 1-2 sedute per questo tipo di lesioni cutanee.

 

Melasma

Meglio conosciuto come “macchie da pillola” o “macchie da gravidanza”, il melasma è una pigmentazione a tonalità bruna della pelle del volto (in particolare dell’area dei “baffetti”, della fronte e degli zigomi) causata da quattro fattori: una predisposizione costituzionale, il sesso femminile, l’azione degli ormoni sessuali estrogeni e lo stimolo del sole o degli ultravioletti.

La completa remissione delle lesioni può essere previsto in oltre il 50% dei casi di melasma epidermico, mentre percentuali variabili dal 30 al 50% sono da considerarsi per altri tipi di melasma più profondi. Tuttavia, il miglioramento costante di questi inestetismi è sempre presente.