Botulino: ad ogni fascia di età il proprio consiglio

Sebbene molti pensano che al giorno d’oggi si ricorra all’utilizzo del botulino solamente in età avanzata per qualche ‘’ritocchino’’, i dati reali ci dicono ben altro. Sono molti, infatti, che ricorrono alla medicina estetica ancora prima di compiere trent’anni, tanto che negli ultimi anni questa tipologia di interventi così detti ‘’anti aging’’, è aumentato del 65% nella fascia d’età tra i 20 e i 30 anni.

 

La tossina botulinica è un farmaco, sempre più utilizzato in medicina e chirurgia estetica, costituito da tossine botuliniche di tipo A purificata. L'iniezione di questa sostanza in alcune aree del nostro corpo provoca il blocco dell'impulso nervoso ai muscoli, con conseguente paralisi transitoria dei muscoli stessi.

 

Questo farmaco viene impiegato da oltre 20 in campo oculistico per la cura dello strabismo, e in campo neurologico per le spasticità muscolari. In medicina estetica viene utilizzato invece per eliminare le cosiddette "rughe d'espressione", ovvero quelle causate dalla contrazione dei muscoli mimici del viso, che vengono utilizzati per molte espressioni quotidianamente. Alcuni esempi di rughe d'espressione sono le cosiddette "zampe di gallina", le rughe "glabellari" (tra le sopracciglia), per le rughe orizzontali della fronte.

 

Il botulino può correggere solo le rughe e solchi causati dall'azione dei muscoli mimici, non se sono provocate dall'invecchiamento cutaneo (fotoinvecchiamento), o se sono molto profonde. In questi casi può essere associato ad altri trattamenti come filler, peeling, lifting o blefaroplastica, o laser skin resurfacing.

 

Botulino: ad ogni fascia d'età il proprio consiglio

Per le ragazze (e ragazzi) che hanno tra i venti e i trent’anni, a prima vista non sembra un trattamento necessario. Eppure solitamente in questa fascia d’età sul volto compaiono già i primi segni d’espressione – come quelli che si creano intorno agli occhi, o ai lati delle labbra, sulla fronte o ancora tra le sopracciglia. In questa fascia d’età, quando la pelle è ancora molto elastica, l’iniezione di botulino aiuta anche a prevenire le rughe future.

 

Per chi ha tra i trenta e i quarant’anni, il botulino aiuta a ridare un po’ di elasticità alla pelle, ed eliminare alcune rughe d'espressione che col tempo hanno reso la loro presenza fastidiosa per l'armonia del volto.

 

Salendo con gli anni, e quindi se ci riferiamo alla fascia d’età compresa tra i quaranta e i cinquanta, ovviamente dobbiamo sapere che la pelle del viso ha molti più segni ed appare chiaramente con più rughe di un volto giovane; anche in questo caso, l'aiuto sarà ancora più grande, andando ad intervenire in quelle aree delle rughe d'espressione, magari associando le iniezioni ad altri trattamenti di dominio della medicina estetica, per massimizzare i risultati in maniera armoniosa.

 

Botulino: un piccolo, grande aiuto contro l'invecchiamento

Come ogni trattamento estetico, l’iniezione di botulino può essere un valido aiuto per apparire e sentirsi più attraenti, ma l’importante è non esagerare. Un medico esperto con esperienza nell'applicazione della tossina botulinica, e cosciente dei canoni di bellezza, naturalezza ed armonia, saprà consigliarvi al meglio, per ottenere un effetto naturale e in linea con le vostre aspettative, ad ogni età.

 

Se i segni dell'invecchiamento cutaneo ti infastidiscono, potresti voler consultare un medico estetico. Nuovi trattamenti e procedure meno invasive per levigare le rughe, rassodare la pelle e migliorare la carnagione, stanno dando a molte persone una pelle dall'aspetto più giovane. Per maggiori informazioni, consulta questa pagina, oppure compila il form qui sotto.

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti