Tamponi e sierologici Covid 19 : Facciamo un po’ di chiarezza. che differenze ci sono e che affidabilità hanno

Tanti test diversi e una grande confusione tra l’affidabilità e le differenze che intercorrono tra i metodi di indagine.

Si parla, infatti, spesso di tamponi e sierologici Covid 19 come se tutti questi fossero sinonimi, ma la realtà è ben diversa.

Il tampone, ad esempio, può essere molecolare o antigenico rapido, mentre ci si può sottoporre anche al test sierologico.

 

Ecco, quindi, tutte le differenze, e le caratteristiche specifiche per ogni tipo di test.

 

Tamponi e sierologici Covid 19, le tipologie di test

 

Come prima cosa sarà necessario specificare come esistano due diverse tipologie di test: quelli che cercano la presenza del virus e quelli immunologici.

 

I test che cercano la presenza del virus sono, ad esempio, i tamponi naso-faringei e quelli oro-faringei. Grazie a questi è possibile diagnosticare la presenza, oppure l’assenza, del virus e anche la sua carica virale.

 

I test immunologici, invece, funzionano in modo diversi: grazie ad un prelievo di sangue consentono di misurare la risposta immunitaria dell’organismo, andando anche a verificare la presenza di anticorpi contro il virus del SARS COVID 19.

 

Quindi, queste due tipologie di test hanno una fondamentale differenza: i tamponi mostrano se l’infezione è in atto, mentre quelli immunologici vanno ad indicare l’esposizione già avvenuta a Sars-CoV-2 e, concretamente, non servono per diagnosticare la malattia, infatti in caso di positività si deve fare un tampone per avere una diagnosi.

 

Quello che si chiama, in parole povere, “tampone” è il test molecolare, è il più attendibile ed efficace per andare a rilevare il virus durante la fase attiva, pur in assenza dei sintomi.

 

Diversamente dai test molecolari, gli antigenici rapidi possono rilevare la presenza del virus non prendendo in considerazione il suo acido nucleico (Rna) ma considerando le sue proteine, chiamate antigeni.

 

Così, nel tampone, il materiale biologico che viene prelevato viene miscelato in un reagente e poi viene posto su una striscia di carta che mostrerà se vi sia la presenza degli antigeni.

 

L’affidabilità di questo sistema non è ancora paragonabile a quella dei test molecolari: per questo, la positività a questo tipo di test, in alcuni contesti, può richiedere la conferma del test molecolare.

 

I test sierologici, invece, sono dei veri e propri esami del sangue grazie ai quali si può capire se una persona ha già contratto il Covid, magari senza neppure saperlo.

Essi vanno a rintracciare nel sangue la presenza delle immunoglobuline M (IgM) e immunoglobuline G (IgG) specifiche contro il virus Sars-Cov-2.

 

La positività, nel sierologico, alle sole IgM indica che la persona è entrata in contatto con il virus da una a quattro settimane, mentre la positività alle IgG indica che il contagio è avvenuto almeno da quattro o sei settimane.

 

Ecco perché i test immunologici non servono per diagnosticare una malattia in atto. 

 

Tamponi e sierologici Covid 19, i test salivari

 

Infine, di recente sono stati proposti dei test per il Covid-19 che sono considerati come meno invasivi.

Infatti, questo usano la saliva come campione da analizzare. Anche per i test salivari esistono sia test di tipo molecolare, sia di tipo antigenico.

 

Tuttavia, questi tipi di test sono ancora in fase di valutazione per comprenderne l’affidabilità concreta.

 

Il Poliambulatorio AEsthe Medica esegue:

  • Test sierologico Qualitativo e Quantitativo per ricerca anticorpi Sars-Cov-2 (prelievo venoso)
  • Tampone molecolare Naso-faringeo per ricerca RNA Sars-Cov-2

 

Per prenotare è sufficiente fare richiesta nel Form qui sotto, o in alternativa contattare la segreteria online 24/7 tramite WhatsApp al numero  +39 3517060789, o il numero 0532098734 negli orari di apertura del poliambulatorio.

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti