Lifting al collo: cosa sapere

 

Con l’avanzamento dell’età è normale che la pelle diventi più rugosa e meno elastica, situazione che porta molte donne e uomini a ricorrere al lifting collo. Nonostante sia un processo naturale, questo non significa che non provochi insicurezza nelle persone. 

 

Oggi AEsthe Medica ti porterà alla scoperta del lifting collo, per mantenere la pelle del collo e del decolletè sempre giovane.

 

Cosa succede alla pelle con l’invecchiamento

 

Prima di tutto è bene capire perché la pelle del collo perde le sue proprietà che è solita detenere, soprattutto durante la giovinezza. Con proprietà si intende l’elasticità, la tonicità, la morbidezza e la luminosità della cute. L’avanzamento dell’età, già dai 35 anni, limita la produzione di sostanze fondamentali per la pelle, come l’elastina, il collagene e l’acido ialuronico. Questi elementi concorrono a fornire alla cute un aspetto compatto e molto resistente. Quando si invecchia è un processo naturale quello che prevede la limitazione o la cessazione della produzione di queste sostanze. Motivo per cui molte persone scelgono di intervenire con creme che le contengono, oppure con integratori o con trattamenti di medicina estetica.

 

Una zona estremamente delicata è quella del collo. La pelle, infatti, risente di tutti i movimenti che il collo esegue con costanza ogni giorno, ma anche del volto. Basti pensare ad un sorriso: noterai sicuramente che di conseguenza il collo si irrigidisce lievemente, insieme alla pelle che inizia a subire tensione.

 

Come capire se hai bisogno di un lifting al collo

 

Se stai leggendo questo articolo, probabilmente pensi di aver bisogno di un lifting al collo. Scoprilo subito con AEsthe Medica.

 

Ci sono una serie di inestetismi che possono presentarsi sul collo, che sono in grado di farti capire se è effettivamente il caso di intervenire con il lifting:

 

  • Collane o linee di venere, nonché rughe orizzontali che si formano sul collo;
  • Increspature;
  • Macchie cutanee e/o iperpigmentazione;
  • Pelle spenta e poco tonica;
  • Cute ruvida al tatto;
  • Cedimento della pelle;
  • Ulteriori rughe.

 

Se non ti senti bene con questi inestetismi, che ricordiamo comunque essere normali, puoi utilizzare apposite creme e/oppure eseguire il lifting al collo.

 

Cos’è il lifting al collo

 

Il lifting al collo è un intervento di chirurgia estetica effettuato per intervenire nelle zone del collo in cui si formano maggiormente le rughe. Si effettua in anestesia generale o totale e serve per contrastare il rilassamento della cute, inevitabile con l’avanzamento dell’età.

 

Consiste in un’incisione sulla nuca e dietro ad ogni orecchio, attraverso la quale il medico riesce a separare la pelle dai muscoli del collo, rimuovendo quella in eccesso ed eliminando le rughe.

 

Tuttavia esistono alternative non chirurgiche, offerte da AEsthe Medica: lifting al collo non chirurgico con fili di sospensione e lifting con laser frazionato non ablativo.

 

Lifting al collo non chirurgico con fili di sospensione

 

Questa alternativa non chirurgica al lifting al collo, potrebbe davvero essere la soluzione che fa al caso tuo. Con questo trattamento è possibile ottenere un ringiovanimento e un risollevamento della pelle del viso e del collo. Il tutto avviene tramite appositi fili realizzati in acido polilattico o con polidiossanone, i quali si riassorbono nell’organismo, in maniera naturale e al 100% sicura. Ogni filo dispone di alcune “spine” o “coni”, il cui ruolo è quello di raccogliere, una volta posizionati nello strato sottocutaneo, la pelle riposizionandola. In questo modo si ottiene il risollevamento della cute.

 

I fili vengono posizionati nello strato sottocutaneo e hanno il compito di stimolare la produzione di collagene di tipo fibrotico. La conseguenza è un vero e proprio effetto liftante e rassodante. 

 

La procedura, mini invasiva, può durare dai 20 ai 40 minuti al massimo. Questo trattamento dona un effetto naturale e non lascia alcun genere di segno permanente o di cicatrice. In generale può semplicemente causare lieve gonfiore, qualche piccolo livido o pieghetta nei giorni successivi al trattamento.

 

 

Laser Frazionato non ablativo

 

Un altro trattamento, che si sostituisce perfettamente al classico lifting al collo chirurgico, è il laser frazionato non ablativo. Si parla di un laser cosiddetto frazionale, ovvero che viene, appunto, frazionato all’origine, arrivando sulla pelle tramite un numero elevato di micro raggi discontinui. Questa tecnologia consente di ringiovanire la cute del collo con un'altissima efficacia, grazie soprattutto alla stimolazione termica del connettivo. Il tutto senza l'aspetto aggressivo che, invece, caratterizza altri generi di laser ablativi.

 

Il suo funzionamento si basa sulla creazione di reticoli di micro raggi ottici, i quali creano zone denaturate nella pelle circondate da cute sana.  Queste zone di denaturazione termica si approfondiscono nel derma, dando vita ad un vero e proprio rimodellamento.

 

Il laser frazionato non ablativo contrasta le micro-rugosità, migliora la tensione cutanea, corregge le lesioni pigmentate benigne epidermiche nonché gli esiti cicatriziali, i pori dilatati e le smagliature. In generale dona maggiore tono a tutta la trama cutanea. Si tratta di un validissimo sostituto del lifting al collo chirurgico.

 

Questo trattamento è molto utilizzato per la sua natura ad azione efficace e non aggressiva. I risultati completi si ottengono generalmente dopo 3 sedute, anche se continuano il loro perfezionamento nei successivi 6 mesi. 

 

Il trattamento può provocare un leggero bruciore per circa 1-2 ore e un arrossamento in corrispondenza della zona trattata che, però, svanisce entro le 48 ore successive. 

 

 

Scegli il lifting al collo non chirurgico con fili di sospensione o con laser frazionato non ablativo da AEsthe Medica

 

Affidati ai veri esperti dell’estetica e scegli una soluzione non chirurgica per far tornare la pelle del tuo collo splendida.

 

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti