Flebectomia secondo Muller

il trattamento

La flebectomia secondo Muller è una tecnica che consente di asportare le varicosità superficiali mediante mini-incisioni che garantiscono un buon risultato estetico, evitando le cicatrici importanti che erano caratteristiche degli interventi di anni passati.

La flebectomia di una varice è la asportazione anche estesa di segmenti di vene, della vena safena, o delle collaterali safeniche, delle varici extra safeniche, delle varici reticolari, attraverso micro incisioni realizzate con un bisturi sottilissimo; è indicata per quelle varici troppo superficiali, o troppo voluminose per essere sottoposte a scleroterapia o a trattamento con la terapia laser.

Le ferite non necessitano di alcun punto di sutura; si usano solo dei piccoli cerotti che vengono rimossi dopo pochi giorni.

La dimissione dal centro clinico viene effettuata alla fine dell’intervento. Il dolore residuo è minimo. Alla dimissione verrà posizionato una medicazione e un  bendaggio compressivo. Possono residuare ematomi, anche di estese dimensioni, che impiegheranno tre o quattro settimane per riassorbirsi e che non devono essere esposti ai raggi ultravioletti o alle lampade UV, pena il rischio della formazione di macchie. Possono inoltre essere presenti delle piccole raccolte ematiche indurite, ma anche queste scompariranno nell’arco di tre o quattro settimane. Una colorazione brunita della pelle può persistere anche per qualche settimana in corrispondenza delle zone trattate, e scomparirà nel tempo spontaneamente.