Scleroterapia Tradizionale

la terapia

La sclerosi è, ad oggi, il metodo più sicuro per il trattamento delle teleangectasie (capillari) e delle piccole varicosità reticolari degli arti inferiori. Due sono i presupposti essenziali della scleroterapia: ottenere un buon risultato estetico ed ottenere una scomparsa definitiva del capillare.

 

Dopo aver effettuato una accurata visita medica, si pianifica la precisa localizzazione e l’eliminazione dei punti di reflusso venoso.

La maggiore indicazione è rappresentata dalle teleangiectasie (piccoli capillari. Nelle grosse varici un intervento chirurgico è più sicuro di numerose iniezioni che rischiano inoltre di non essere coronate da successo.

 

Il risultato è nella grande maggioranza dei casi soddisfacente anche se è sempre possibile nel tempo lo sviluppo di nuovi micro-vasi degli arti inferiori anche in regioni diverse. Le teleangiectasie filiformi rosse sono sicuramente le più difficili da trattare, perché molto sottili e resistenti.

Si tratta di sedute ambulatoriali durante le quali il liquido sclerosante viene inoculato all’interno dei capillari con delle iniezioni.

 

come funziona

La durata della seduta è di circa 30 minuti; la metodica non è dolorosa, si avverte solo il leggero pizzicore delle punture.

Il numero delle sedute varia a seconda della entità della situazione,  e può essere necessario ripetere le applicazioni dopo circa un mese.

Al termine della seduta si raccomanda di indossare delle calze a compressione graduata per almeno una settimana, al fine di ottenere il miglior risultato possibile; non è consigliato praticare sport o fare lampade abbronzanti o saune nella settimana successiva al trattamento.