Addio viso stanco, grazie alla Biostimolazione!

Il viso è un po’ il biglietto da visita di ognuno di noi, e può rappresentare anche la cartina tornasole dello stile di vita quotidiano.

 

Molti fattori, da quelli esterni (come l’esposizione al sole e l’inquinamento) a quelli interni (come gli squilibri ormonali e le carenze nutrizionali) possono portare il viso a mostrare precocemente i segni del tempo e a perdere di luminosità.

 

Sì, perché indipendentemente dall’età, tutti possono mostrare un viso stanco e segnato, e molti possono beneficiare degli effetti dei trattamenti estetici e medici che possono davvero aiutare a ritrovare la distensione e il vigore a livello del viso, come accade per la Biostimolazione.

 

Cos’è la biostimolazione per il viso stanco

La biostimolazione è un sistema che, utilizzando quelli che sono elementi già naturalmente presenti nel corpo, consente di ottenere un viso più disteso, una pelle più tonica e maggiore luminosità.

 

I prodotti che si utilizzano per effettuare questi trattamenti, infatti, sono ad attivazione metabolica e possono comprendere l’acido ialuronico, le vitamine ma anche estratti provenienti da piante e altri elementi vegetali.

 

Il risultato, quindi, sarà non solo naturale, ma anche non impattante rispetto alla salute e al benessere della pelle: non si andrà a stravolgere il viso e sarà possibile aiutare la pelle in modo delicato ma efficace.

 

Come si svolge una seduta di biostimolazione

La biostimolazione può essere efficace grazie all’esecuzione di alcune micro punture in particolari aree del viso e del collo. Il trattamento, quindi, sarà costituito da una serie di piccolissime iniezioni che verranno effettuate su tutta l’area che dovrà essere trattata.

 

Il paziente, durante l’esecuzione della procedura, potrà avvertire un lieve fastidio, che comunque viene in genere molto ben tollerato. Alla fine del trattamento si potrà notare la presenza di un leggero arrossamento cutaneo, spesso unito ad un lieve rigonfiamento che, ovviamente, si riassorbirà velocemente.

 

Proprio per evitare che il rossore e il gonfiore permangano più a lungo, si consiglia sempre di non esporsi al sole dopo il trattamento almeno per qualche giorno.

 

 

Quanto dura il trattamento di biostimolazione?

Gli effetti del trattamento di biostimolazione sono davvero rilevanti e possono durare fino a sei mesi.

 

Per garantire un risultato ottimale, sarà necessario effettuare almeno 3-4 sedute a distanza di 20 giorni l’una dall’altra. In questo modo la pelle potrà avere il tempo di assorbire i principi attivi e non verrà stressata eccessivamente.

 

Per la continuità negli effetti del trattamento, e contrastare il viso stanco, si consiglia, in genere, di sottoporsi alla biostimolazione almeno due volte l’anno (in primavera e in autunno).

 

A chi si consiglia la biostimolazione?

La biostimolazione è un trattamento adatto a tutti coloro che abbiano un viso stanco e segnato, indipendentemente dall’età. Può essere un ottimo sistema per ritardare interventi maggiormente invasivi, e in tanti casi può diventare uno strumento preparatorio per coloro che vogliano passare a procedure di medicina estetica successive.

 

Essendo un trattamento naturale, si può consigliare a tutti, uomini e donne, tranne nel caso in cui si abbiano allergie ai componenti specifici utilizzati per effettuare la biostimolazione. 

 

Se i segni dell'invecchiamento cutaneo ti infastidiscono, potresti voler consultare un medico estetico. Nuovi trattamenti e procedure meno invasive per levigare le rughe, rassodare la pelle e migliorare la carnagione, stanno dando a molte persone una pelle dall'aspetto più giovane. Per maggiori informazioni, consulta questa pagina, oppure compila il form qui sotto.

 

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti