Rughe glabellari: cosa sono e come ridurle

Un inestetismo molto diffuso e, sicuramente, molto combattuto da uomini e donne. Si tratta delle rughe glabellari, i segni di espressione che si formano sulla fronte a livello della radice del naso a seguito del continuo e l'intensa motilità dei muscoli della zona frontale e periorbitaria.

 

Il motivo principale per il quale questi segni di espressione possono formarsi riguarda sicuramente la perdita del collagene a livello della cute, ed è per questo che tutti, in modo più o meno marcato, possono notare la presenza delle rughe glabellari.

Esistono dei rimedi efficaci per ridurre ed eliminare questi tipi di rughe, e qui sarà possibile individuarli e confrontarli tra loro. 

 

Rughe glabellari e botulino

Un primo rimedio che si può consigliare per ridurre, o addirittura eliminare, le rughe glabellari è costituito dal botulino.

 

Infatti, la tossina botulinica riesce ad indebolire in modo strategico alcuni muscoli, così che questi non si contraggano di continuo, e in modo da evitare la successiva formazione delle rughe.

 

Sicuramente il botulino può essere consigliato alle persone più giovani, in quanto è uno strumento che permette soprattutto di “fermare” la formazione delle rughe e di prevenire la loro successiva ricomparsa.

 

L’effetto delle iniezioni di botulino non sarà immediato, ma inizierà a mostrarsi dopo un tempo che andrà dai 2 ai 5 giorni, per arrivare alla massima efficacia nel termine di 10-15 giorni. 

 

Il trattamento con la tossina botulinica è semplice ed è praticamente indolore, oltre ad essere efficace e sicuro.

 

In particolare, si effettueranno piccole iniezioni con aghi corti e sottili a livello superficiale nel derma.

Le iniezioni possono causare un leggero rossore che andrà a scomparire in un’ora circa.

Ovviamente, questo trattamento dovrà essere realizzato sempre da personale medico specializzato, e in contesti sicuri. 

 

Rughe glabellari e filler

Un’altra soluzione per le rughe glabellari è costituita dai filler.

 

Questi, che possono avere una durata differente a seconda della sostanza scelta per la loro realizzazione, aiutano a riempire le rughe e quindi sono adatti anche a coloro che abbiano già rughe “definite” e presenti da un po’ di tempo.

 

Una delle sostanze che, più di altre, viene utilizzata per questi tipi di filler è costituita dall’acido ialuronico, che riempirà le rughe e che si riassorbirà dopo alcuni mesi. 

Infatti, l’acido ialuronico avrà una durata massima di alcuni mesi, trascorsi i quali sarà necessario effettuare un nuovo trattamento. 

 

 

Infine, per chi cerchi un risultato più duraturo nel tempo, esistono quelli che sono filler semi permanenti e permanenti.

Questi possono essere realizzati con sostanze a base di siliconi, che consentiranno, in pratica, di creare quasi una piccola protesi.

 

In tutti questi casi, così come per la tossina botulinica, sarà sempre necessario rivolgersi ad un medico che sia qualificato, e farsi trattare solo dopo un consulto approfondito nel quale si deciderà quale sostanza utilizzare. 

 

Se desideri un consiglio o più informazioni sul trattamento delle rughe glabellari, puoi entrare in contatto con la dott.ssa Laura Mazzotta compilando il form qui sotto, chiamandoci o mandando un messaggio nei nostri canali social (WhatsApp, Instagram, Facebook). Saremo lieti di poterti aiutare rispondendo alle tue domande e/o prenotando un appuntamento per un’analisi del caso più accurata.

 

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti