Danni del sole sulla pelle: perché e come rimediare

 

L’estate, quest’anno più che mai, è arrivata con temperature altissime e sono ormai noti i danni del sole sulla pelle. Proteggere la cute diventa un atto fondamentale: il sole può apportare alcuni benefici, però purtroppo anche diversi problemi seri.

 

AEsthe Medica oggi ti vuole guidare su come tutelare la pelle dai danni del sole e, nel caso, come intervenire per porre rimedio. Leggi l’approfondimento e prenditi cura della tua cute in queste caldissime giornate estive. 

 

Danni del sole sulla pelle: perché il sole fa male

 

Non è un falso mito che il sole non sia poi così benefico per la pelle. Purtroppo è la verità e questo, ovviamente, non significa che sia sempre dannoso. Esagerare con le abbronzature, con le lampade o eseguire attività al sole senza protezione, è una grave mancanza di rispetto verso sé stessi. Tranquillo, ti spieghiamo subito perché.

 

I raggi solari, in particolare i raggi UVB e UVA, sono i maggiori responsabili di scottature anche gravi, invecchiamento cutaneo precoce, tumore della pelle e un indebolimento del sistema immunitario. Questo insieme di elementi può nuocere alla salute, in maniera più o meno pericolosa, e apportare problematiche fisiche da non sottovalutare. Ecco perché esagerare con il sole, senza le dovute precauzioni, può essere incredibilmente tossico per il derma. 

 

I raggi UV sono presenti costantemente, ogni giorno fino all’arrivo della sera. La loro potenza è tale da attraversare le nubi, lo smog e addirittura i vetri delle finestre, fino a colpire la nostra pelle. 

 

Quali sono davvero i danni che provoca il sole sulla pelle

 

I raggi ultravioletti, come anticipato, sono particolarmente dannosi per la pelle. Infatti nel breve termine possono provocare scottature, talvolta dolorose, incredibilmente aggressive per la cute. Non a caso quest’ultima si rigenera, grazie al noto processo per cui si “spella”. Queste scottature, seppur temporanee, in realtà lasciano alla cute lesioni nel lungo periodo. Il sole è un forte alleato delle rughe e dell’invecchiamento epidermico precoce, per esempio. L’eccessiva esposizione al sole, specialmente se non si utilizzano protezioni, porta alla formazione di rughe più o meno profonde. E, insieme alle cicatrici e alle macchie, possono essere le conseguenze delle scottature.

 

Inoltre non è da sottovalutare la cheratosi. Si tratta di un’alterazione cutanea, dovuta ad un malfunzionamento della cheratinizzazione. Si mostra come un ispessimento della pelle, solitamente dal colorito grigiastro. Questa malattia del derma, se non curata, può portare allo sviluppo di lesioni pretumorali.

 

Un’importante considerazione va dedicati ai melanociti, le cellule produttrici di melanina, sostanza che conferisce colore alla cute. Proprio da queste cellule possono avere origine i melanomi. Un melanoma è il tumore della pelle più pericoloso, la cui incidenza nelle persone è, purtroppo, in costante aumento. II maggior fattore scatenante, oltre alla genetica e ulteriori questioni esterne, è l’esposizione ai raggi ultravioletti. 

 

Prevenire i danni del sole sulla pelle

 

Prevenire i danni provocati dai raggi UV, non è semplice. Questo perché sarebbe corretto proteggersi con la crema solare quotidianamente in estate, anche se si esce solo per qualche minuto. In pochi lo fanno, anche se è un comportamento utile nel tempo. 

 

Ad ogni modo, bisogna ricordarsi che ogni pelle è diversa quando è esposta al sole. Sicuramente le persone con una pelle dal colorito chiaro e candido, che presentano molti nei e lentiggini devono prestare più attenzione. Una cute simile è maggiormente esposta a rischi più o meno gravi. Ciò non significa, però, che le persone con una carnagione olivastra o più scura non debbano proteggersi. Questo è un luogo comune completamente errato e, a dir la verità, pericoloso. Anche queste persone sono sottoposte all’aggressività delle radiazioni ultraviolette e, per questo motivo, possono subirne i danni.

 

La crema solare, la cui protezione varia in base alla pelle, è il metodo ideale per prevenire i danni del sole. Se possibile, sarebbe bene evitare di uscire nelle ore più calde e diminuire il tempo di esposizione solare. Ricordare che la pelle abbronzata non è sinonimo di salute, potrebbe aiutare a riguardare i propri comportamenti.  

 

Danni del sole sulla pelle? Ci pensa AEsthe Medica

 

AEsthe Medica è qui per intervenire anche in caso di danni forniti dal sole. Per porre rimedio al problema delle rughe e dell’invecchiamento cutaneo, AEsthe Medica propone alternative di medicina estetica:

 

  • Micro iniezioni: delle micro-punture contenenti sostanze naturali ricche di principi attivi, con il ruolo di attivazione metabolica. Si intende, dunque, la stimolazione delle cellule della cute. Ringiovaniscono e illuminano la pelle, eliminando i piccoli inestetismi.
  • Filler: questo trattamento è utile per rimpolpare il viso, riempire le rughe e modificare il profilo del volto (labbra, naso, zigomi, sopracciglia). A causa dell’esposizione solare, la cute tende a invecchiare precocemente, dando spazio a rughe e inestetismi. Il filler all’acido ialuronico, sostanza naturale prodotta dal nostro organismo in primis, consente di illuminare il derma, tonificarlo, renderlo più morbido ed eliminare le rughe e le cicatrici.

 

Per rimediare, invece, al problema della cheratosi, AEsthe Medica propone:

 

  • Asportazione Laser della Cheratosi: trattamento che sfrutta il laser, per distruggere i tessuti. Un trattamento ambulatoriale non doloroso che sfrutta - letteralmente - il laser per asportare le lesioni cutanee. 

 

Prenota un appuntamento da AEsthe Medica e non pensare più ai danni del sole

 

Se ti sei accorto che i danni provocati dal sole sono presenti anche sulla tua pelle, prenota un appuntamento con gli esperti di AEsthe Medica. Troverai professionisti che ti aiuteranno a prenderti cura della tua pelle.

 

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti