Laser vascolare

il trattamento

Si tratta di macchine laser che emettono una radiazione di una lunghezza d’onda che viene selettivamente assorbita dall’emoglobina , la molecola che conferisce il colore rosso al sangue all’interno dei vasi sanguigni e che trasporta l’ossigeno. Oggigiorno abbiamo a disposizione un ampio numero di scelte tecnologiche nel contesto della famiglia dei laser vascolari, potendo così sfruttare le specifiche proprietà delle singole lunghezze d’onda e delle singole tecnologie, perseguendo i migliori risultati su quasi tutti i tipi di malformazione vascolare, acquisita o congenita. 

E’ inoltre possibile oggi anche combinare le proprietà di laser vascolari differenti per affinare i risultati del trattamento.

Grazie a queste tecnologie sono trattabili gli angiomi (piccole raccolte di sangue che appaiono come puntini rossi sulla pelle), le teleangectasie (i capillari di piccolo calibro) del volto e del corpo e la couperose. La couperose è un frequente a volte grave inestetismo che consiste nella dilatazione permanente ed irreversibile di un certo numero di venule e di capillari del volto compresi tra le regioni zigomatiche.

Le teleangectasie e le microtelengectasie capillari formano sul viso una fitta rete di colore rosso.

Trattabili sono anche gli angiomi stellati (o spider naevi), che compaiono spesso all’improvviso nell’adulto come nel bambino.

 

come funziona

Il trattamento è rapido (circa 20 minuti) e non doloroso; 

attraverso un manipolo che si mantiene a pochi millimetri dalla cute, vengono emessi gli spot di luce durante i quali si avverte un leggero pizzicore; un leggero gonfiore ed alcune piccole crosticine possono residuare per qualche giorno e non devono essere rimosse.

 

 

Tale trattamento non può essere effettuato sulla pelle abbronzata.