Foto Ringiovanimento frazionale non ablativo

Da alcuni anni il progresso della tecnologia ha reso disponibili dei laser con tecnologia cosiddetta frazionale (il raggio laser viene frazionato all’origine ed arriva sulla pelle sotto forma di un numero elevato di micro raggi discontinui), che permettono di concentrare le proprietà di ablazione e di stimolo termico del laser sul tessuto solo in corrispondenza di alcuni punti separati da aree di cute indenne.

 

Ciò permette di ringiovanire la pelle con una notevole profondità di azione e con una importante stimolazione termica del connettivo, ma riducendo l’aggressività rispetto ai tradizionali trattamenti laser ablativi, e quindi di conseguenza riducendo o eliminando i tempi di convalescenza. Le tecnologie frazionali possono avere, a seconda del tipo di sorgente laser utilizzata, un effetto ablativo, cioè con rimozione degli strati superficiali, e quindi con una esfoliazione visibile e qualche giorno di convalescenza (laser CO2 frazionale), oppure un effetto non ablativo, senza rimozione degli strati superficiali, e quindi senza convalescenza (laser 1540 frazionale).

Strumento d’elezione per il moderno resurfacing non ablativo grazie alla tecnologia  frazionata è il laser 1540 non ablativo.


Il Trattamento

Il meccanismo d’azione è basato sulla formazione di reticoli di microraggi ottici che generano zone denaturate nella pelle circondate da cute sana. Le microzone di denaturazione termica si approfondiscono nel derma, con possibilità di avere un vero e proprio rimodellamento strutturale del tessuto in toto.

 

Le zone di microdenaturazione termica vanno quindi incontro a sostituzione da parte di tessuto neoformato in un periodo di tempo di 1-2 mesi. Questo minimizza l’entità delle lesioni in confronto alla totalità del trattamento con conseguente aumento del margine di sicurezza e con un processo di guarigione altamente socializzante, quindi per nulla devastante come con le metodiche di resurfacing non frazionate tradizionali.

Come funziona

L’efficacia dei trattamenti, che comincia ad apparire visibile dopo 1-2 sedute, si manifesta a pieno dopo circa 3 sedute di trattamento ma continua a perfezionarsi per i successivi 6 mesi.

 

Le indicazioni sono la correzione della micro-rugosità, le lesioni pigmentate benigne epidermiche (cloasma, melasma), il miglioramento della tensione cutanea, gli esiti cicatriziali, le smagliature, i pori dilatati e il miglioramento generale della trama cutanea.

I risultati sono assolutamente entusiasmanti per quelle lesioni che in passato avevano scarse possibilità di trattamento, quali le cicatrici e le smagliature. Il trattamento delle cicatrici è efficace sia su quelle depresse (cicatrici acneiche) che su quelle ipertrofiche ed addirittura cheloidee.

Il trattamento, anche quando esteso, è ben tollerato, con un senso di leggero bruciore per circa 1-2 ore e un lieve rossore sulla zona trattata che si esaurisce in 24-48 ore. Se viene trattata la zona perioculare è possibile avere un po’ di edema nella zona per 48 ore.

Come precauzione è d’obbligo lo schermo solare almeno 30 spf e l’applicazione sulla parte di un buon idratante per favorire il miglior risultato possibile.