Carbossiterapia

La Carbossiterapia è un trattamento che può essere praticato solo da personale medico: consiste in microiniezioni localizzate di anidride carbonica somministrata tramite un minuscolo ago inserito su un tubo sterile collegato all'apparecchiatura, in grado di garantire un'erogazione controllata e sterile. 

 

Il trattamento è sicuro per il paziente, poiché l'anidride carbonica è atossica e non provoca embolia, essendo compatibile con l'organismo umano che la produce e costantemente la elimina tramite il sistema venoso per via polmonare. 

 

La Carbossiterapia è un trattamento utilizzato da molti anni che trae origine nell'ambito della medicina termale, che mostra un evidente e positivo effetto nelle alterazioni di tipo vascolare.

 

Le segnalazioni collaterali di un miglioramento degli inestetismi cutanei nel corso dei trattamenti hanno indotto a condurre nel tempo specifiche ricerche che ne hanno confermato l'efficacia, e hanno portato allo sviluppo di strumentazione elettronica moderna per la somministrazione controllata per via sottocutanea e intradermica di anidride carbonica medicale. 

 

 



effetti

L'anidride carbonica microiniettata nella cute con apparecchiature e metodologie adeguate ha i seguenti effetti:

 

• agisce sul microcircolo, dove riapre per effetto meccanico i capillari chiusi, riattiva quelli malfunzionanti e aumenta la percentuale di ossigeno nei tessuti 

• agisce sulla pelle dove aumenta la percentuale di ossigeno migliorandone l'elasticità e induce un ringiovanimento del derma 

• riduce gli accumuli di grasso rompendo le membrane delle cellule grasse 

 

 Per questi motivi la Carbossiterapia trova il suo impiego per la cura dei seguenti inestetismi e patologie: 

 

• Adiposità localizzata

• Lipomatosi diffusa

• Cosiddetta "cellulite"

• Psoriasi

• Striae Distensae (smagliature)

• Lassità cutanea

• Insufficienza venosa

• "Restless Leg" sindrome

• Acrocianosi

• Arteriopatie periferiche

• Fenomeno di Reynaud 

• Alopecia

• Trattamento delle ulcere cutanee 


Una seduta dura circa 15 minuti. Il numero delle sedute varia a seconda della patologia da trattare; essendo di solito da 6 a 15. I cicli terapeutici possono essere ripetuti 2 o 3 volte all'anno.