Quali sono le misure giuste per il seno perfetto?

Uno degli interventi chirurgici più diffusi in campo di medicina estetica, secondo solo alla rinoplastica, è la mastoplastica, additiva o riduttiva che sia. Il seno ricopre da sempre un ruolo fondamentale nell’ideale della donna perfetta: nel tempo abbiamo assistito al susseguirsi di canoni completamente diversi tra loro, a seconda del momento storico.

Questo discorso vale in realtà a livello generale, non solo per il seno, ma  per tutte le linee del corpo: decenni fa il corpo perfetto non era assolutamente quello che ora ci viene proposto su tutte le riviste di moda, di ragazze magrissime con seno quasi inesistente. Tempo indietro, al contrario, le forme dovevano essere...forme! Più arrotondate che spigolose, e ben venga se generose.

La verità è che ogni donna sta bene con una propria forma e taglia di seno, non è possibile generalizzare. Se una volta si diceva che le misure perfette per il corpo perfetto erano 90-60-90 (in cm per seno, vita, fianchi), ora si pesano sulla bilancia queste affermazioni, proprio perchè siamo ormai consapevoli che il corpo non è una misura, non è standard e, soprattutto, che ogni donna ha una propria armonia.

 

Ma il seno perfetto per una donna qual è? Secondo uno studio, il seno perfetto non va oltre la taglia terza. E’ addirittura stata indicato che per essere assolutamente perfetto, il 45% della superficie del seno deve essere localizzato nella parte superiore rispetto al capezzolo, il 55% nella parte inferiore, e che il capezzolo sia leggermente inclinato verso l’altro, di circa il 20%.

Come si può ben intuire, però, neanche un chirurgo estetico dei più meticolosi tiene a mente questa ‘’formula’’ quando deve ricreare il seno di una propria paziente: ne studia piuttosto l’armonia in relazione al resto del corpo; ne mette a fuoco la simmetria, la grandezza uguale tra i due seni. Inoltre va ascoltato il desiderio della paziente, pur indirizzandola verso la consapevolezza di non poter pretendere un seno troppo grande e/o piccolo, per evitare di creare un corpo tutt’altro che armonioso.

 

Misura del seno al giorno d’oggi: nè troppo, nè troppo poco

Negli ultimi anni si è fortificata molto l’idea dell’accettazione: accettarsi per come si è, senza dover per forza essere tutti uguali. In questo clima, si sono smorzate moltissimo le mode, sia quella che vedeva l’epoca d’oro delle maggiorate, ma anche gli anni (più recenti) in cui il seno quasi doveva essere inesistente, perso in un corpicino scheletrico.

 

La chiave di oggi è la via di mezzo, soprattutto portata con consapevolezza e fierezza, senza canoni rigidi di bellezza. E’ sempre vero che è bello ciò che piace, ma in questi ultimi anni la protagonista fondamentale di tanti aspetti dell’estitica, e quindi anche per quanto riguarda le misure del seno, è lei: l’eleganza. Ecco che quindi il seno troppo grande - ma anche quello piccolissimo - sembrano aver lasciato spazio ad una linea più armoniosa e correlata al resto del corpo.

 

Se desideri un consiglio o più informazioni, puoi entrare in contatto con la dottoressa Laura Mazzotta compilando il form qui sotto, chiamandoci o mandando un messaggio nei nostri canali social (WhatsApp, Instagram, Facebook). Saremo lieti di poterti aiutare rispondendo alle tue domande e/o prenotando un appuntamento per un’analisi del caso più accurata.

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti