Rughe della Fronte: come combatterle con filler e botulino

La fronte è una parte sottoposta a molte sollecitazioni, ed è per questo che le rughe della fronte sono spesso presenti anche prima di un vero e proprio invecchiamento del resto del viso.

 

Tuttavia, pur essendo spesso tipiche per alcune persone, in quanto legate alle espressioni facciali, le rughe della fronte possono essere ridotte ed eliminate con sistemi non invasivi, capaci di regalare ottimi risultati anche a chi non voglia sottoporsi ad un vero e proprio intervento chirurgico. Vediamo insieme quali.

 

Rughe della fronte, il trattamento con il botulino

Il primo tipo di trattamento del quale potrà beneficiare la distensione della pelle della fronte è quello costituito dalla tossina botulinica. Questa, diversamente da quello che molti pensano, non è solo sicura, ma è anche in grado di offrire un risultato naturale.

 

Infatti, con il trattamento si vanno a ridurre le contrazioni dei muscoli del così detto terzo superiore, ma senza "paralizzare" alcuna parte del volto. Questo significa, quindi, che la persona continuerà senza problemi a corrugare la fronte, a mostrare le sue espressioni facciali e a sorridere anche con la parte superiore, ma senza avere quel fastidioso effetto dello “stropicciare” la pelle. Quindi, il botulino consente di evitare che si producano delle rughe con i micromovimenti della fronte.

 

Ovviamente, bisognerà rivolgersi sempre a dei professionisti che, dopo una valutazione obiettiva, saranno in grado di individuare la dose giusta di botulino da iniettare. Il risultato dell’iniezione, che è praticamente indolore, potrà durare dai 4 ai 6 mesi.

 

Rughe della fronte, l’aggiunta dei filler

 Oltre all’utilizzo del botulino, oggi si propongono anche soluzioni che possono aiutare coloro che abbiano una pelle con caratteristiche particolari, come accade per la pelle spessa. In questi casi si potrà pensare all’utilizzo di filler rughe fronte, ed in particolare di filler all’acido ialuronico.

 

Questi filler per la correzione delle rughe della fronte sono a base di acido ialuronico poco denso, e vengono iniettati in modo preciso a livello della singola ruga. In questo modo sarà possibile non solo andare a distendere le rughe della fronte, ma anche contribuire ad eliminare la tendenza della pelle a riprendere la forma non gradita.

 

Questi tipi di trattamento, che possono essere effettuati non solo da soli ma anche in combinazione rispetto a quelli realizzati con la tossina botulinica, hanno una durata davvero importante, con risultati che possono perdurare anche per 6-8 mesi.

 

Rughe della fronte e ringiovanimento globale

 Un consiglio che molti medici estetici danno a chi voglia utilizzare i filler rughe fronte, e magari avere nuovamente un aspetto giovane e riposato, è comunque quello di effettuare interventi che consentano di ringiovanire tutto il viso, per dare un aspetto più armonico a tutto il volto.

 

Ad esempio, oltre ad intervenire sulle rughe della fronte sarà possibile effettuare delle iniezioni di botulino ed acido ialuronico anche a livello degli occhi e degli zigomi. Nel primo caso si ridurranno non solo le zampe di gallina, ma anche le forme di evidenziazione dei solchi lacrimali.

 

Inoltre, con l’intervento a livello degli zigomi si potrà evitare l’effetto “svuotato” che si verifica soprattutto in chi abbia la pelle sottile. 

 

Se i segni dell'invecchiamento cutaneo ti infastidiscono, potresti voler consultare un medico estetico. Nuovi trattamenti e procedure meno invasive per levigare le rughe, rassodare la pelle e migliorare la carnagione, stanno dando a molte persone una pelle dall'aspetto più giovane. Per maggiori informazioni, consulta questa pagina, oppure compila il form qui sotto.

Per favore, inserisci il codice:

Nota: I campi con l'asterisco sono richiesti